PRIN Recycle | Rome Recycling Drosscapes
workshop di dottorato nell'ambito della ricerca PRIN 2013/2015

Dipartimento di Architettura e Progetto DiAP
Responsabile scientifico PIERO OSTILIO ROSSI
Coordinatore del workshop ORAZIO CARPENZANO

Workshop - 2014
- predisposizioni dei materiali e delle basi cartografiche
- attività di tutoraggio e supporto
- campagne fotografiche

separatore

Il workshop

Il workshop di progettazione si è svolto al “Borghetto Flaminio” dal 10 al 17 settembre 2014 con il coordinamento di Orazio Carpenzano ed è inquadrato all'interno della tematica generale del riciclo che interessa il Dipartimento di Architettura e Progetto in quanto unità di ricerca del Prin Recycle. L'area di indagine si inserisce nell'importante patrimonio ambientale del grande cuneo che dall'Eur arriva fino al mare.

Riciclo come infrastruttura ambientale
Il workshop serve ad offrire, unicamente attraverso lo strumento del progetto, proposte su tre nodi tematici inserite in ambiti fisici preselezionati. Si tratta del ciclo edilizio, del ciclo dell'agricoltura e del ciclo dell'automobile innestati nel telaio infrastrutturale e delle reti idrografiche del territorio della cosiddetta Coda della Cometa.
La questione dei rifiuti incide direttamente sulla qualità del territorio, del paesaggio, della città, tuttavia continua a essere un’attività settoriale, al di fuori del piano (territoriale urbanistico) e del progetto di architettura. Il sistema normativo e le modalità di gestione delineano un quadro contraddittorio, disomogeneo, confuso, che aumenta l’inefficienza, l’illegalità, il disordine.
I rifiuti sono stati sempre una risorsa, il loro riuso, recupero e riciclo fanno parte della storia della città e loro gestione deve entrare in un progetto di territorio e di comunità.
I rifiuti (urbani, industriali, agricoli) pongono la questione della bonifica dei siti inquinati, delle discariche, dei drosscapes. I rifiuti richiedono la bonifica e la manutenzione del territorio.

Il tema del riciclo delinea per il piano e per il progetto una dimensione nuova richiedendo un’attenzione alla correlazione tematica e transcalare.
Se, fino alla prima metà del secolo scorso, la bonifica interveniva su terreni naturali per trasformali in terreni agricoli e urbani, oggi la crescente presenza di wastelands e di browonfields impone modalità nuove. Riciclare ma anche preservare, riqualificare ma anche far convivere i territori urbani e produttivi, con quelli contaminati. Occorre uno sguardo che consideri il suolo nella sua stratificazione e nel suo rapporto con la superficie. Il ciclo dei rifiuti da processo opaco deve trasformarsi in filiera visibile, integrata nella città, nel territorio, nel paesaggio; da danno ecologico deve convertirsi in servizio per il riequilibrio ambientale. In questo senso il riciclo va concepito come un'infrastruttura ambientale, un sistema che può inverarsi in una nuova industria.

In apertura al workshop è stato organizzato un seminario interdisciplinare, nel quale i temi sono stati approfonditi anche attraverso il dialogo tra competenze settoriali distinte per condurre i diversi contributi verso scenari progettuali più ampi.
Alla fine dei 7 giorni di charrette, sono state organizzate una Instant exhibition e una Final rewiew in cui i contributi progettuali dei dottorandi e dei ricercatori hanno ricevuto critiche e osservazioni da una Jury di esperti.

I gruppi

La filiera dei veicoli: “ROTTAMOPOLI”
tutor:
Francesca Romana Castelli
Andrea Grimaldi
Gianpaola Spirito
dottorandi:
Stefano Bigiotti
Domenico Ferrara
Erika Maresca
Raphaela Papaleo

La filiera dell'edilizia: “LA MACCHINA ESTETICA”
tutor:
Paola Veronica Dell'Aira
Paola Guarini
dottorandi:
Federica Amore
Enrica Corvino
Giada Dominici

La filiera dell'edilizia: “RIMARGINA”
tutor:
Alessandra Capanna
Lina Malfona
dottorandi:
Armando Iacovantuono
Nicola Di Biase
Pietro Zampetti

La filiera dell'agricoltura: “TREE_GGER POINT”
tutor:
Andrea Bruschi
Lucina Caravaggi
Anna Lei
Caterina Padoa Schioppa
dottorandi:
Rosetta Angelini
Andrea Corsi
Fabrizio Del Pinto
Leonardo Loy
Daniela Kavaja
Pasquale Loiudice

La filiera della nautica: “FIUMICINO RE-BOAT”
tutor:
Maria Clara Ghia
Dina Nencini
dottorandi:
Martina Dedda
Elnaz Ghazi
Elisa Morselli
Valentina Nunnari

 

I risultati del workshop

© Centro Progetti | Dipartimento di Architettura e Progetto | Via Flaminia 359, 00196 Roma | T (+39) 06 32101227 | progettidiap@uniroma1.it | web.uniroma1.it/centroprogetti